Artificial Intelligence: tecnologie digitali in ambito energy

 In News

In un precedente articolo si è già parlato di come nei prossimi anni le tecnologie digitali rivoluzioneranno fortemente il sistema energetico. L’Artificial Intelligence (AI) è uno degli ambiti tecnologici che maggiormente potranno influenzare modelli di business e settori industriali in un prossimo, vicino, futuro. Uno dei principali campi di applicazione dell’intelligenza artificiale in ambito energy è la previsione della domanda di energia attraverso algoritmi e monitoraggio di dati sempre più sofisticati.

 

L’Artificial Intelligence oggi

Le utilities stanno sviluppando previsioni della domanda a breve termine sempre più precise. Un caso su tutti è quello di DeepMind, una startup acquisita da Google nel 2014. Attualmente, la DeepMind lavora con la National Grid, l’azienda che gestisce la rete elettrica inglese, per creare algoritmi predittivi della domanda della rete utilizzando variabili legate alle condizioni meteo e smart meters, come input esterni al calcolo del sistema. L’obiettivo è quello di ridurre del 10% la necessità di energia elettrica rendendo la rete più efficiente e integrando al meglio l’utilizzo di fonti rinnovabili, nonostante il loro funzionamento intermittente.

 

L’Artificial Intelligence nel prossimo futuro

In futuro, le tecnologie per il machine e deep learning potranno prevedere i carichi della rete in tempo reale e ottimizzare l’allocazione dei carichi. Per un network che gestisce dai 10 ai 18 gigawatt, i risparmi possono essere dell’ordine dei 100 megawatt su un periodo che va dall’ora alle quattro ore. Delle previsioni più affidabili potranno permettere di evitare alle utilities di aumentare la potenza prodotta da centrali a combustione fossile o addirittura evitare di costruire nuove centrali al fine di eliminare l’incertezza dei carichi.

La diffusione generalizzata dei Smart Meter permetteranno da un lato una contabilità capillare dei consumi, dall’altro forniranno un grande numero di dati da dare in pasto agli algoritmi di machine learning. Anche grazie a questi, l’intelligenza artificiale abiliterà l’utilizzo di tanti piccoli produttori di energia elettrica, a livello casalingo,­ prevedendo la loro produttività in real time, il loro consumo atteso e la quantià di energia ancora presente all’interno degli storage domestici.

In un prossimo futuro la rete potrebbe diventare un grande marketplace dove l’energia viene venduta da un grande numero di piccoli utenti con regole e prezzi di mercato flessibili che seguono l’andamento della domanda.

 

Per ulteriori chiarimenti non esitare a contattarci.

Recommended Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search